domenica 3 maggio 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Aringhe affumicate sott'olio

E per chiudere in bellezza (o in bontà) questa tappa antartica, abbiamo deciso di attingere alle ricette datate. Sicuramente di ricette adatte alla scopo ce ne sarebbero tante (leggere quasi 1000 ricette non era proprio la massima aspirazione di Aiu'), ma noi ci siamo fissati su questa e questa vi proponiamo e proponiamo a Brii come ultima ricetta della sua tappa.

Ingredienti (per 2 Trattori e 1 amico):
  • 1 aringa affumicata (meglio se con le uova)
  • olio extra-vergine d'oliva
Preparazione:
Togliete pelle all'aringa, tagliatela a tocchetti e conditela con abbondante olio.

Nota: per un migliore risultato, preparatela la notte per l'indomani a pranzo.


giovedì 30 aprile 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Choco-flakes

In fondo il gioco di trovare ricette adatte per l'Antartide, per accompagnare i nostri colleghi ricercatori durante il loro stazionamento nelle basi, non è poi così difficile. Si potrebbero rifare tante ricette, a dire il vero, senza usare prodotti freschi, come abbiamo fatto noi con la paella, ma ci sono anche tante ricette che sono già pronte così. 


Cara Brii, per questa tua tappa, persino Tonifaste (che tu hai conosciuto sul Lago di Garda) ci da una mano con la sua "receta estrella", ovvero i suoi bombones preferiti che ormai gli chiedono tutti ogni volta che lo invitano a una festa/cena/compleanno. Così Aiu' gli ha gentilmente chiesto il permesso ed eccoli qui i bombones di Tonifaste, da noi ribattezzati "choco-flakes".

Ingredienti per i cioccolati neri:
  • 200 gr. di cioccolato nero fondente per pasticceria
  • 50 gr. di corn flakes
Ingredienti per i cioccolati bianchi:
  • 200 gr. di cioccolato bianco per pasticceria
  • 60 gr. di corn flakes

Preparazione:
Fate sciogliere il cioccolato a bagno maria facendo attenzione che non entri acqua. Toglietelo dal fuoco, trasferitelo in un altro contenitore capiente e mischiatevi i corn flakes. Con due cucchiaini versate un po' di composto su un piano liscio coperto di carta da forno e formate delle piccole montagnette. Mettete in frigo 1-2 ore prima di servire o trasportare a destinazione.


martedì 28 aprile 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Pizzetta sfoglia

Chi avrebbe mai detto che questa ricetta, nata per caso in Trattoria per sopperire al desiderio di pizzetta sfoglia di Aiu', sarebbe poi finita persino nell'abbecedario! Noi no che non l'avremmo mai detto, tant'è che il post non l'avevamo mai preparato. Però, pensa che ti ripensa, la nostra eroina ha detto a se stessa che sì, questa ricetta per la tappa antartica va benissimo. Niente prodotti freschi!


Quindi la nostra Brii si trova un'altra ricettina per la sua tappa che a quanto pare sta iniziando a prendere forma e timidamente le viaggiatrici propongono qualcosa! E noi con loro :-)

Ingredienti (per circa 10 pizzette):
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • passata di pomodoro
  • capperi sotto sale (lavati e scolati)
  • filetti di acciughe sott'olio
  • latte a lunga conservazione (per spennellare)
Preparazione:
Accendete il forno a 180º, stendete la pasta sfoglia sul piano da lavoro, con un tagliapasta rotondo preparate la base, mettetevi sopra un cucchiaino scarso di passata di pomodoro, 1 cappero e un filetto d'acciuga.  Chiudete con un altro cerchio di pasta sfoglia, premete bene sui bordi e spennellate con un poco di latte. Infornate per circa 15-20 minuti e lasciate raffreddare su una gratella.


giovedì 23 aprile 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Paella del senyoret

Quando Aiu' si trovò davanti al mappamondo per decidere le lettere di questo divertente pazzo viaggio culinario, non aveva tenuto in considerazione l'Antartide, sino a che lo zio Luca non glieleo fece notare e lei decise di aggiungere almeno una tappa in questo continente non propriamente abitato. Quando poi le viaggiatrici e ambasciatrici videro le tappe previste iniziarono a domandare che cosa si possa mangiare in una base antartica. Carne di pinguino? Gelato? Cosa ci sarà mai di tipico? In realtà di tipico è vero che non c'è niente, ma ci sono ricercatori che ci vivono e ci lavorano e qualche cosa mangeranno. La nostra ambasciatrice Brii si è quindi documentata al punto da scrivere a una delle basi per avere un po' di informazioni. E, potenza della nostra epoca, di Internet, e della gentilezza delle persone, la risposta è arrivata. I dettagli li trovate nel post di apertura di Brii.


Così la nostra Aiu' ha pensato anche lei a che cosa potesse preparare per questa tappa antartica e, rischiando di perdere la nazionalità onoraria catalana, ha fatto la spesa di questi prodotti...


Ma per l'abbecedario questo e altro! Il risultato è stata una paella buona, non ottima come quella fatta con tutti i crismi, ma un buon sostituto. E se vi state chiedendo il perché "del senyoret", sappiate che in certi ristoranti catalani, viene chiamata "del signorino" la paella già priva di gusci...ovvero quello che potrete ottenere comprando tutti i prodotti comprati da Aiu' :-)

Ingredienti (per 3 Aiu'):
  • 1 tazza di riso
  • 1 lattina di cozze al naturale
  • 1 lattina di telline al naturale
  • 1 lattina di polpo sott'olio
  • 250 gr. di gamberi congelati
  • 1 l. di brodo preparato per paella
  • 1 pomodoro secco sott'olio
  • zafferano
  • cipolla tritata surgelata
  • aglio tritato surgelato
  • sale q.b.
  • olio extravergine d'oliva
Preparazione:
Nella padella per paella mettete un po' di olio e fate soffriggere la cipolla e l'aglio. Rosolate quindi i gamberi che avrete fatto rinvenire in acqua bollente. Togliete quindi i gamberi e fate tostare il riso. Coprite con il brodo, aggiungete quindi cozze, telline, polpo (scolato dell'olio) e gamberi e fate cuocere per qualche minuto. Aggiungete lo zafferano, portate a ebollizione, abbassate la fiamma e fate cuocere senza rimestare per circa 10-15 minuti (dipende dal riso). Fate riposare 3-5 minuti prima di servire.


sabato 11 aprile 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Salata Baladi

Prima che qualcuno si accorga che avevamo promesso una nuova ricetta e che ancora non l'abbiamo pubblicata, eccoci qui a un giorno dal termine della nostra tappa egiziana, ospitati ancora per un giorno e mezzo da Terry, a proporvi un piatto semplice e anche un po' salutare (ciao!).


Quel giorno Aiu' non aveva voglia di piatti elaborati, ma semplicemente di un'insalata un po' dietetica e un po' appetitosa. Così, ha pensato che anche in Egitto, come nel resto del mondo, di quando in quando si vuole un'insalata e ha cercato in rete per vedere se era veramente così :-) E sapete? Era veramente così :-) Ecco dunque che salutiamo l'Egitto con quest'insalata salutare!

Ingredienti (per 1 Aiu'):
  • una manciata di pomodorini ciliegina
  • 1 cipolla rossa piccola
  • 1/2 cetriolo 
  • lattuga
  • 1 peperone verde piccolo
  • coriandolo fresco 
  • olio extravergine d’oliva 
  • succo di limone
  • sale
  • pepe
Nota: niente cetrioli in questi giorni nel banco del mercato...

Preparazione:
Tagliare i pomodorini a metà, la cipolla in spicchi sottili, il cetriolo e il peperoni in pezzi omogenei, la lattuga grossolanamente e unire tutto in un piatto fondo, aggiungete quindi il coriandolo. Condire con il un'emulsione di olio, limone, sale e pepe.