lunedì 24 agosto 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Baked Sweet Potatoes

Seconda settimana delle nostre viaggiatrici dell'ABC in Papua Nuova Guinea e seconda ricetta della nostra eroina-trattora-ambasciatrice. Ricette scoperta per caso e anche facente parte della rubrica "di necessità, virtù". Dalla ricetta di apertura di questa tappa, il chicken pot, era avanzata della patata americana e così la nostra eroina ha cercato qualcosa da preparare che contenesse tale ingrediente ed è arrivata qui.  

E mentre vi gustate questo sformato originario della Papuasia, cucinate anche voi qualcosa per questa tappa, vi aspettiamo!

Ingredienti:
  • 3 tazze di patate americane bollite e schiacciate
  • 3 cucchiai di burro
  • 3 cucchiai di cipolla finemente tritata
  • 3 uova
  • 1⁄2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di latte
  • sale
  • pepe
Preparazione:

Mischiate le patate con il burro, la cipolla, il latte, la cannella, il sale e il pepe. Separate l'albume dal tuorlo e sbatteteli separatamente. Aggiungete prima il tuorlo alle patate e agli altri ingredienti, mischiate e quindi aggiungete l'albume e mischiate ancora.
Mettete dentro una pirofila da forno e cuocete a 180º per 30-35 minuti.



lunedì 17 agosto 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: P di Port Moresby

E proprio mentre Google diventa Alphabet, in attesa che un giorno il Sign. Page ci chiami e si offra di comprare in blocco i nostri abbecedari, la nostra Trattora è lieta di fare da ambasciatrice di questa tappa.


Questo weekend con alcuni amici si commentava la propensione della gente a vedere solo e sempre il lato negativo delle cose, mentre sarebbe molto più bello vivere evidenziando le cose belle e nulla più. Così questo pomeriggio, dopo 7 ore di lavoro, mentre la nostra eroina si recava a comprare gli ingredienti per questa ricetta, pensava che in fondo il fatto di aver perso un'ambasciatrice per strada, ha dato l'opportunità alla nostra eroina di far lei da ambasciatrice, cosa che negli abbecedari "comunitari" non era previsto. E la cosa ci piace!

Eccoci dunque a ospitare la P di Port Moresby che ci vede arrivare dritti dritti dall'Ucraina alla Papua Nuova Guinea, nota anche come Papuasia. Dato che la nostra eroina (ancora!) non ha visitato questo pezzo di terra, ci siamo documentati un po' e per prima cosa l'abbiamo cercata sul mappamondo!


Abbiamo anche sbirciato un po' di foto qua e là per il web...

[fonte: Wikipedia]

[fonte: New York post]

[fonte: True North Mark]

E sapete cosa? Ci è venuta voglia di andarci!

Prima di fare i biglietti però permetteteci di presentarvi la nostra ricetta per questo bellissimo viaggio virtuale con la speranza che la fine d'Agosto, le ultime ferie e le parole "dopo le vacanze mi metto a dieta" non vi impediscano di partecipare a questa tappa! Noi vi aspettiamo, eh!

La ricetta è quella del chicken pot e noi l'abbiamo presa qui!

Ingredienti:
  • 1 pollo intero tagliato a pezzi
  • 1 patata americana grande
  • 1 cipolla verde media
  • qualche fetta di zucca
  • 2 pannocchie
  • 2-3 barattoli di latte di cocco
  • un po' di olio
  • sale
  • curry
Preparazione:
Mettete pochissimo olio sul fondo di un tegame e ponetevi sopra i pezzi di pollo. Coprite la patata a fette, quindi con la cipolla a fette, poi con la zucca a fette e infine con la pannocchia privata delle foglie e tagliata a pezzi. Coprite con il latte di cocco, ponete sul fuoco, fate arrivare a ebollizione, coprite col coperchio, abbassate la fiamma e fate cuocere per 30-40 minuti a fuoco lentissimo. Trascorso questo tempo, salate, condite col curry, mischiate e togliete dal fuoco.

giovedì 13 agosto 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Borsch

Ed eccoci ancora qui con la nostra valigia a vagare per il web alla ricerca di ricette tipiche del mondo. Questa volta siamo in Ucraina, a Odessa, ospitati da Stefania e noi, piano piano, arriviamo.


In teoria doveva essere una tappa facile facile, perché la nostra amica Natalia è ucraina. E infatti lei è stata bravissima, ci ha suggerito la ricetta, ce l'ha cercata, tradotta e inviata. Siamo noi che un po' per il caldo, un po' per un torpore che ha colpito la nostra eroina preferita togliendole un po' di voglia di cucinare (passerà amici, non preoccupatevi!), un po' perché forse ma forse ma sì... Insomma, arriviamo oggi con la nostra ricetta made in Ucraina, o meglio, una ricetta ucraina made in Spain, ops!, Catalogna!

Così, un caldo pomeriggio di Agosto, che cosa c'è di meglio se non preparare una calda zuppa a base di barbabietola? Che poi il borsch è un parente del Burokėlių sriuba che mangiammo a Vilnius e preparammo per l'Abbecedario Culinario Europeo... La vita è così, ci sono cose che a volte ritornano...

Ingredienti:
  • 500 gr. di carne di pollo o di manzo
  • 100 gr. di barbabietola rossa
  • 1-2 carote medie
  • 1 cipolla piccola
  • 1 foglia di alloro
  • 2 patate medie
  • 1 verza
  • salsa di pomodoro
  • pepe nero in grani
  • panna da cucina spessa
  • aceto
  • olio extra-vergine q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:
A parte preparate un brodo con la carne, quindi togliete la carne e mettetela da parte. 
Grattugiate la barbabietola, mettetela in una pentola, coprite con un bicchiere d'acqua, aggiungete un cucchiaio di aceto e fate cuocere per circa 20 minuti. Aggiungete quindi la carota e la cipolla che avrete a sua volta grattugiato e soffritto a parte. Fate cuocere 5 minuti e aggiungete la salsa di pomodoro. Fate cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti.
A parte, portate il brodo a ebollizione, versate la verza tagliata grossolanamente, la patate tagliata in tocchetti e fate cuocere per circa 20-25 minuti. Aggiungete quindi la foglia di alloro, i chicchi di pepe in grano e aggiustate di sale. Infine, aggiungete la salsa di barbabietola e fate cuocere 5-10 minuti a fuoco basso.
Togliete dal fuoco e servite calda con tocchi di carne e un po' di panna da cucina spessa. 


martedì 14 luglio 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Coupe Mount Kenya

Fa veramente caldo in questi giorni, tanto da svegliarsi già sudati di prima mattina (se "prima mattina" si può chiamare l'ora in cui si alza la nostra Aiuolik). Così per la nostra tappa keniota che la nostra Valentina sta onorando alla grande e ha tirato su con grande coraggio nonostante il poco preavviso, abbiamo realizzato un gelatino. La ricetta ispiratrice l'abbiamo trovata qui e assomiglia alle tante altre che potete trovare in rete.


E con questo gelatino vi salutiamo per un po', la Trattoria abbassa le saracinesche per poco più di una settimana...a presto!

Ingredienti (per 6 persone):
  • per il gelato
    • 400 g di manghi maturi 
    • 2 cucchiai di buccia di limone grattugiata
    • 2 cucchiai di latte condensato
    • 1/2 cucchiaino di sale
    • 400 ml. di panna da montare 
    • 100 g di zucchero a velo
  • per la salsa
    • 600 g di ananas fresco 
    • 3 cucchiai di pistacchi tritati 
    • 2,5 dl di succo di ananas 
    • 1,2 dl di rum 
    • 200 g di zucchero semolato
  • pistacchi
Preparazione:
Tagliate i manghi a metà, snocciolateli con cura e sbucciateli. Ponete la polpa in una ciotola e schiacciatela con una forchetta fino a ottenere una purea. Amalgamatevi la buccia di limone grattugiata, il latte condensato e il sale. Montate la panna con lo zucchero a velo e unitela al composto. Versate la crema ottenuta in una coppa e riponetela in freezer, lasciandola raffreddare per almeno 4 ore.
Nel frattempo preparate la salsa. In un pentolino scaldate a fiamma dolce il succo di ananas. Unite lo zucchero semolato e mescolate fino a quando sarà completamente sciolto, quindi aggiungete il rum, mescolate ancora, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Sbucciate l’ananas, eliminate il torsolo e tagliate la polpa a pezzetti. Mettetela in una terrina, versatevi sopra la salsa al rum ormai fredda e lasciate marinare in frigorifero fino al momento di servire.
Distribuite il gelato al mango in coppette individuali, versatevi sopra l’ananas con la sua marinata e cospargete con i pistacchi tritati.




domenica 5 luglio 2015

L'Abbecedario Culinario Mondiale: Mississipi mud pie

Eccola la nostra ricetta inedita per questa tappa statunitense! Proprio ora che la nostra #fanalinodicoda ha pubblicato per prima essendo la nostra brava e ospitale ambasciatrice, mentre #beatotraledonne dorme sotto il calore estivo, ecco che la nostra Aiu' arriva quasi all'ultimo.


La nostra eroina aveva scelto questa torta, ma lei da sola non se la poteva mica mangiare tutta e così in principio pensò al suo B&B, ma il tempo è tiranno, il cado tanto e la pigrizia pure... Quindi, galeotto un invito a pranzo, decise finalmente di provarla e di portarla con tanto di borsa frigo a casa dei suoi amici per condividerla in compagnia. Ricetta buonissima ma pesantuccia, tenetevi a fianco qualcosa da bere, un caffè, un café con leche, una bicchiere di latte, 8 litri di acqua, perché ne avrete bisogno :-)

Ricetta trovata in vari siti e da noi scelta in questa versione. Simona, ora sì che siamo pronti per lasciare gli US e muoverci con tutta la carovana!

Ingredienti:
  • per la base
    • 300 gr. di biscotti al cioccolato, triturati
    • 75 gr. di burro fuso
  • per il ripieno
    • 85 gr. di cioccolato fondente, 70%
    • 85 gr. di burro
    • 2 uova
    • 85 gr. di zucchero di canna
    • 100 ml. di panna
  • per la copertura
    • 150 gr. di cioccolato fondente, 70%
    • 150 ml. di panna
    • 175 gr. di zucchero a velo 

Preparazione:
Preriscaldate il forno a 180º.
Preparate la base mischiando il burro con i biscotti. Mettete sopra la base della tortiera e create uno strato omogeneo. Mettete in frigo per 10 minuti.
Preparate il ripieno facendo sciogliere il cioccolato con il burro a bagno maria. Nel mentre frullate le uova con lo zucchero per 5-6 minuti finché l'uovo non sarà diventato chiaro e il composto non raggiunga la consistenza di una crema. Aggiungete quindi la panna e il cioccolato fuso con il burro che avrete fatto raffreddare in modo da non cuocere le uova. 
Versate sopra la base e fate cuocere per 40-50 minuti. Togliete dal forno e tenete da parte in modo che raffreddi completamente.
Nel mentre, preparate la copertura mettendo in un padellino il cioccolato, la panna e lo zucchero a velo. Fate cuocere a fuoco basso fino a che tutti gli ingredienti si siano mescolati omogeneamente. Mettete da parte e fate raffreddare per 5 minuti.
Versate sopra la torta, lasciate ancora raffreddare e quindi mettete in frigo per almeno 20 minuti.